Regolamento

REGOLAMENTO INTERNO
“ASSOCIAZIONE CULTURALE OPUS IN FABULA”


Art 1.
Tutti i soci Fondatori,Effettivi e Simpatizzanti sono tenuti a prendere visione dello Statuto al fine di conoscere gli obiettivi e gli scopi dell’associazione e di conformarsi ad essi.
Le disposizioni contenute nel presente regolamento hanno valore integrativo ed aggiuntivo di quanto contenuto nello Statuto,anch’esse devono essere conosciute e rispettate senza distinzione tra le tre categorie sopra esposte nel primo comma dell’articolo.

Art 2.
Coloro che non rispetteranno il regolamento saranno richiamati formalmente, e, al persistere della violazione, saranno espulsi dalla stessa Associazione in base alle disposizioni contenute nell’art 15 dello Statuto.

Art 3.
I soci hanno il diritto di partecipare alle attività promosse dall’Associazione, nei termini stabiliti dallo Statuto, dalle decisioni del consiglio direttivo e dal presente regolamento interno in base alla distinzione tra soci simpatizzanti ed effettivi.

Art 4.
In seguito a decisione del Consiglio del Direttivo le tessere sociali per l’anno 2011 ammontano a:
- € 20,00 per i soci effettivi.
- € 5,00 per i soci simpatizzanti.
Tali quote non comprendono il costo dell’assicurazione il quale varierà in relazione alle attività che il socio intende svolgere all’interno dell’Associazione.

Art 5.
I soci sono tenuti ad essere puntuali e corretti riguardo il pagamento delle somme richieste dall’Associazione.
In relazione al primo comma l’Associazione si riserva di applicare i provvedimenti opportuni.


Art 6.
La tessera è un documento nominativo, attestante l’appartenenza all’associazione. E’ rilasciata al socio all’atto della sua nomina.
La tessera non ha alcun valore legale.

Art 7.
I soci sono tenuti durante tutte le attività e le manifestazioni promosse dall’Associazione ad avere con se la tessera sociale e un documento di riconoscimento valido.
Qualora il socio non sia munito durante lo svolgimento delle attività della Tessera sarà tenuto a rinnovarla pagando nuovamente l’importo stabilito, salvo il diritto al risarcimento dello stesso importo qualora ripresenti la tessera originariamente fatta.

Art 8.
I soci sono tenuti a mantenere un comportamento animato da spirito di solidarietà e a partecipare alla vita associativa mossi dai principi di correttezza, buona fede, onesta, proibità e rigore morale.

Art 9.
Tutti i soci responsabili di una determinata attività all’interno dell’associazione sono obbligati a relazionare sul lavoro da essi svolto e sulle attività finanziarie relative.
Gli elaborati citati nel primo comma devono essere consegnati al direttivo nel rispetto del termine mensile fissato dallo stesso.

Art 10.
Gli ideatori di un progetto sono tenuti a firmare una liberatoria all’Associazione riguardo l’utilizzo del proprio prodotto.

Art 11.
Tutti i progetti prima di essere spendibili in nome dell’Associazione devono ricevere l’approvazione del consiglio direttivo.

Art 12.
La funzione di Segreteria è affidata ad un membro del Consiglio Direttivo che può essere eletto unicamente dal Presidente dell’Associazione.

Art 13.
L’associazione prevede una procedura decisionale straordinaria in condizioni di necessità e d’emergenza.
La procedura viene attuata alla presenza di almeno 4 membri del consiglio del direttivo. I restanti membri, qualora assenti, devono, pena l’invalidità della decisione, essere a conoscenza dell’ordine del giorno e delle motivazioni che siano causa della richiesta di procedura straordinaria, e devono inoltre esprimere il loro parere nelle modalità previste dal secondo comma.
Ogni associato, nell’impossibilità di partecipare personalmente all’Assemblea o alle riunioni del direttivo, può delegare un altro associato a rappresentarlo con diritto di voto compilando l’apposito modulo, inviando comunicazione scritta indirizzata al presidente dell’associazione oppure avvalendosi di qualsiasi altro mezzo (sms, e-mail, fax e similari) riconosciuto dall’associazione.
Nel caso in cui si utilizzino gli ulteriori mezzi riconosciuti dall’associazione è prevista la possibilità di esprimere direttamente il proprio voto.
In tutti i casi previsti dal presente articolo è necessaria l’approvazione del presidente.

Art 14.
La convocazione dell’Assemblea, fatta dal Presidente deve contenere indicazioni circa il luogo, la data e l’ora iniziale della stessa.
L’ordine del giorno deve contenere nel caso in cui si tratti di Assemblea richiesta, gli argomenti proposti dai richiedenti.
Chiunque ne faccia richiesta può in apertura dell’Assemblea proporre altri argomenti all’ordine del giorno previa votazione della maggioranza dei presenti.